Archivio mensile:marzo 2011

Cambi di programma. 1 aprile in Torchiera, Milano

 

 

Goghi&Goghi si scusano, e con molto rammarico annunciano che, per problemi di salute, il 1 aprile 2011 non ci sarà “Magnificat”, come previsto, alla serata “Froce sempre, fascisti mai” in Cascina Torchiera, a Milano.

Tuttavia, il resto della serata si terrà comunque: e quindi, dalle 22, preparatevi a ballare con Your Sister, Universinversi e Queer Against Racism, per una serata all’insegna di danze scatenate e cocktail di energia.

 

Appuntamento a presto, con numerose, rutilanti avventure.

Contrassegnato da tag , , , , ,

Anche G&G si sentono di aderire alla Libera Comunità Sotterranea di Wallenda

 

SABATO 26 MARZO

Cantina Letteraria
Libera Comunità Sotterranea di Wallenda
150 idee per una nuova patria

 

Sì, avete capito bene, anche al Circo(lo) Wallenda è scoccata l’ora dei festeggiamenti patriottici: a tutti voi, con una piccola lettura o solo una frase, un manifesto costituzionale o solo un’idea vaga, si chiede di condividere questa piccola patria sotterranea, che per 150 minuti circa si auto-proclamerà micro-stato indipendente, col nome altisonante di “Libera Comunità Sotterranea di Wallenda” (la bandiera sarà, ovviamente, una tra le sue tante, variopinte e struggenti, bandierine del circo).
Ognuno è il benvenuto, in questo mondo nuovo: chi ha un’idea di propria personale patria e la vuole raccontare, chi come Gaber “non si sente italiano” e ha un buon motivo per espatriare sottoterra, chi vuole condividere un principio fondativo irrinunciabile, chi ha sognato un mondo e non ci sa più tornare, chi non lo ha ancora sognato e ci vorrebbe tanto andare. Bastano poche parole, anche una sola idea, per sentirsi cittadini di una nuova patria (senza patria, come il circo…)
Vi aspettiamo numerosi, prima che si chiudano le frontiere. Vogliamo una Comunità sovrappopolata e pronta a mettersi in viaggio.

 

 

Il Wallenda regala emozioni.

Mara Pieri diventa Ila Covolan, e Ila Covolan diventa Mara Pieri. Per una sera, o forse per sempre. Per un minuto, poco meno o poco più, Goghi diventa Goghi e Goghi diventa Goghi. Goghi&Goghi insomma, rimangono Goghi&Goghi, o lo diventano.

Il grado di dissidenza di una città, crediamo, aumenta anche grazie a spazi sotterranei di gioco ed improvvisazione come il Wallenda, che per 150 minuti si è proclamato micro-stato indipendente, composto da una comunità umida e Gregor Samsiana che a bassa voce ha condiviso pillole di nuovi immaginari fatti di muffa, ragnatele e antagonismo alla radioattività.

Mara Pieri è Ila Covolan, e seduta sul trono della regista, sbuffa contro le imprecisioni dell’improvvisazione; Ila Covolan è Mara Pieri, e di fronte al pubblico in ascolto, inserisce pause casuali tra soggetti e verbi: lì insomma, dove le pause non dovrebbero andare.

Goghi&Goghi hanno performato un pensiero rapido, e permettiamoci di dire pure un po’ pomposo ecco, in un sotterraneo accogliente. Nella penombra della Libera Comunità Sotterranea di Wallenda, costituitasi il 26 marzo 2011.

 

 

 

Contrassegnato da tag , ,

FROCIE SEMPRE FASCISTI MAI!

 

Il primo aprile – e non è un pesce d’aprile – ci sarà una serata fantascientifica in Cascina Torchiera.

Goghi&Goghi, YourSister e Universinversi si spostano in quel di Milano per farvi piangere, ballare, sudare, indossare paillettes, baffi e barbe.

 

Per iniziare in bellezza, alle dieci ci sarà Mara Pieri on stage con Magnificat, spettacolo scritto e diretto da Ila Covolan che racconta la realtà del centri di identificazione ed espulsione attraverso l’espediente di una legge immaginata ma verosimile, che obbliga gli individui ad indicare sui propri documenti di riconoscimento l’orientamento sessuale.

Una legge dai risvolti allucinanti, dalle conseguenze imprevedibili e drammatiche.

 

A seguire, in consolle ci saranno YourSister e Queer Against Racism.

 

YourSister è un collettivo queer che vuole abbattere le barriere e i confini imposti da una visione dicotomica ed egemonica del genere, dell’identità di genere e dell’orientamento sessuale attraverso diverse forme d’arte, in primis la musica e la performance. YourSister è decostruzione, contaminazione ed irriverenza.

Your Sister è un collettivo composto da 3 differenti sonorità:

La punta di diamante è alle_5/Bruno dj, la/il disk jockey dai mondi LGBTQ* che abbatte le barriere e i confini anche tra generi musicali, ha una predilezione per il trash anni 90 e l’unz unz che tutto sobbalza; Kinky dj/Piero/Theo concentra le proprie sonorità attorno al concetto di nostalgia: rimpiange l’ R’n’B dei primi anni 2000 e lo sciorina appellandosi alle grandi voci femminili di tutti i tempi, insegue poi la nostalgia sudamericana abbracciandone l’indie pop melodico; cold plasma dj/Rocco/Horacio, lo zarro delle/dei tre, alterna momenti di raffinata ricerca underground al più bieco e inflazionato pop strizzando l’occhio ai controtempi.

YourSister

 

Universinversi, che presenta la serata del 1 aprile ventiUndiciFrocie sempre fascisti mai” insieme a Queer Against Racism,  è un festival LGBTQ* che da quattro anni colora orgogliosamente il Trentino con una carica frocia antifascista antisessista e antirazzista.

universinversi

 

Per info su queer against racism:

queer* against racism

 

e l’evento sul blog di Cascina Torchiera:

cascina Torchiera

 

Non mancate!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

I consigli di Goghi&Goghi

 

Domani!

 

Sexyshock in collaborazione con Betty@Books, presenta un progetto molto speciale per questa nuova primavera “ConSensuality”: Pornostrx : *Sono tutta orecchie…* Laboratorio audiofonico postpornografico a cura di Slavina (www.pornosotrx.net)

Programma
16:00-17:00 Merenda&chiacchere 🙂
17:00-19:30 Workshop

L’universo sonoro é una risorsa preziosa per chi non vuole sacrificare la sua immaginazione al culto dell’immagine.
In un buio avvolgente dove convivono musica, rumori, parole e sospiri, i corpi si smaterializzano e si riconfigurano liberamente, dando voce a desideri primordiali e bisogni post-organici. Puó realizzarsi il sogno di una sessualitá rivoluzionaria, che trascenda tutte le categorie (maschio/femmina, omo/etero, reale/virtuale, bello/brutto).

La piattaforma Pornosotrx é pensata per ospitare esperimenti narrativi incentrati su un erotismo fuori dagli schemi e dagli stereotipi.
Ha l’ambizione di essere una radio comunitaria, uno spazio
transitabile in cui chiunque ne abbia voglia possa sperimentare le
potenzialitá del discorso postpornografico, in un contesto immateriale dove perdere la vergogna del corpo e poter prescindere dal timore di essere riconoscibili.

DOMENICA 27 MARZO il laboratorio prevede:

un primo momento di confronto teorico, nel quale conoscere le caratteristiche dello strumento e confrontarsi sui paesaggi sonori che ci piacerebbe creare e attraversare.

Nella seconda parte dell’incontro esploreremo rapidamente le risorse tecnologiche necessarie alla realizzazione delle trx (clip audio): librerie di suoni, software di editing etc.

Passeremo infine alla parte pratica, nella quale giocheremo insieme a costruire un desiderio sinestesico, che ci ubriachi le orecchie, ci riempia gli occhi di suoni e possa alimentare le nostre quotidiane pratiche di sovversione.

+++++++++++++++++

Programma
16:00-17:00 Merenda&chiacchere 🙂
17:00-19:30 Workshop

Costo del WS: 0E per un workshop che non ha prezzo.
Non perché se lo può permettere ma perché il Sexyshock ha deciso di fare un regalo. + idee – crisi!
E’ comunque gradito un contributo spese per la merenda 🙂

Posti disponibili: 25
Info e prenotazioni: 347-7667680
infosexyshock@inventati.org

 

Non perdetevelo!

Contrassegnato da tag , , ,

Roberta Franciolini

 

 

Il MIT annuncia la morte di Roberta Franciolini.

Ieri è venuta a mancare Roberta Franciolini, una delle fondatrici del MIT e figura storica del movimento transessuale. Appassionata attivista nelle battaglie per i diritti civili delle persone transessuali ha saputo portare avanti, insieme a importanti rivendicazioni, quel grande orgoglio Trans che l’ha sempre contraddistinta, un grande orgoglio che ci lascia in eredità e che facciamo nostro per tutte le future battaglie che porteremo avanti anche in suo nome.

Roberta Franciolini, storica militante del movimento transessuale italiano, tra le fondatrici del Mit (Movimento Italiano Transessuali). Insieme a Marcella Di Folco, Gianna Parenti e Pina Bonanno, è stata tra le più attive militanti impegnate per la promozione e difesa dei diritti civili, in particolare a Roma, dove fino alla fine degli anni ’80 coordinava le animate riunioni settimanali del Mit -Movimento Identità Transessuale-

 

Fonte: Universinversi

Contrassegnato da tag , , ,

Festival delle differenze, 18 marzo 2011

 

 

Domani saremo qui.

Vi consigliamo vivamente di venire a partire dalle 18, per conoscere il progetto InsideTunisia (reportage open-source che racconta i mutamenti in corso nella società tunisina) e per incontrare Mehdi Tekaya (media-hacktivist), per intervenire alla ravola rotonda,  per ridere amaramente di fronte a Transisters e poi per ballare, ballare, ballare!

 

 

il FESTIVAL DELLE DIFFERENZE

Una geografia dei pregiudizi contro tutti gli apartheid del mondo.

17-18 Marzo – Bologna



Per info: http://granballodelledifferenze.wordpress.com/

 

 

 

 

E dalle18.00 fino a notte fonda…

c/o SCUDERIE, Piazza Verdi. Bologna

 

 

Ore 18.00

incontro con il media-hacktivist’ belga-tunisino Mehdi Tekaya e presentazione del progetto InsideTunisia

Storico contemporaneo e ‘media-hacktivist’  belga-tunisino residente in italia, torna in Tunisia che ha frequentato a lungo e fin dall’infanzia, per raccontare il paese dopo la rivoluzione.

 

 

Ore 18.30

tavola rotonda “Le diversità nel web 2.0″

Ne discutiamo con Mehdi Tekaya, Cecilia Pedroni di GGDBologna e Michele d’Alena di crossmode.it.

Nell’era della società liquida, i social media rappresentano una sorta di “agorà” mondiale in cui ognuno può esprimere liberamente le proprie riflessioni e le proprie opinioni e raggiungere un vastissimo numero di persone.

Tuttavia, questo immenso potenziale non sempre è usato correttamente o per promuovere valori quali la tolleranza e il rispetto reciproco.

 

 

Ore 21.00

Transisters

Spettacolo teatrale Di Ila Covolan. Con Nicole de Leo e Mara Pieri

Transisters è la storia di un transito. Un ritorno all’interno della propria coscienza, per risolvere un passato travagliato, di costrizione, di voglia di fuga, di invisibilità, verso una,molte forme di altre migrazioni.

È la storia di chi transita: non solo da un genere all’altro,ma anche da uno stato all’altro, attraverso confini che sono corpi, frontiere, coscienze,perdono.

INGRESSO 3,00 euro

 

 

ore 22.30

Il Gran Ballo delle differenze

Il Ballo di tendenza che fa la differenza!

Sotto l’influsso delle contaminazioni musicali: melodie zingare, brasiliane, balcaniche e italiane, per trasfondere la città di una varietà di stili, generi e intrecci musicali provenienti dai Nord e dai Sud del mondo, per ricercare attraverso il ballo l’arte visiva e musicale la socialità fra popoli e culture differenti.

Suoneranno:

Sanbaradan

GLOBAL KAN KAN

Poppen Dj – Lady Bit e Lemp (Let’s Queer)

Visual set Martinik

INGRESSO 5,00 euro

 

 

Volete saperne di più su Transisters? Ecco il link.

 

 


Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Magnificat, le foto, la memoria.

 

 

Giusto per non dimenticarci di Magnificat, che dal primo aprile sarà di nuovo on the road & on the stages attraverso l’Italia, vi lasciamo qualche link da sbirciare.

 

 

flickr grazie a Paola Castellan e a Leandra Bucconi – Magnificat @ Trieste

facebook grazie a Laura Scarmoncin – Magnificat @ Trieste

facebook grazie a Questo Trentino – Magnificat @ Trento

Silvia Pasquetto – l’ultima foto della pagina è stata utilizzata come locandina di Magnificat e come copertina dell’omonima colonna sonora by Puppet. Grazie a Silvia.

Grazie a tutt* i/le fotograf* che con i loro scatti lasciano tracce di questo spettacolo, e creano memoria. Una memoria che è diversa per ogni sua messa in scena, e per ogni sua rappresentazione soggettiva.

 

 

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Valeria Santini a proposito della decima edizione del campo lesbico di Agape

 

 

Anche quest’anno la magnifica struttura del centro di Agape (Prali, Torino) ospiterà nel we di pasqua il campo lesbico, giunto alla sua decima edizione. Dedicato al tema delle “lesbiche post-polimorfiche”, il campo avrà la durata di cinque giorni – da giovedì 21 aprile al lunedì 25 -durante i quali le oltre novanta iscritte potranno partecipare a tantissime attività.

 

Ci saranno workshop e laboratori, dedicati ad un ampio ventaglio di temi: dall’economia lesbica al gender e postgender, dalla gestione della rabbia alle pratiche di autodifesa e alla costruzione della fiducia, dalla postpornografia al delicato tema della violenza fra donne; ma anche body painting, passeggiate, yoga.

 

Nel tardo pomeriggio sarà possibile affrontare il tema delle lobby e le community lesbiche e quello dei conflitti nei gruppi lesbici, mentre le serate saranno dedicate al teatro con Magnificat di Goghi & Goghi e alla musica con il concerto di Eli Natali & the moustaches e con gli splendidi dj set a cura di Freak in Frak & Sisterhood.

 

Somministrate qua e là anche delle “pillole di lotta”, che potranno dar spunti su come minare – o almeno infastidire – la cultura eteropatriarcale egemone, e nello spazio comune – l’ampio salone dove le campiste si incontreranno anche per i pranzi e le colazioni – sarà allestito uno spazio libri e sex toys a cura della libreria Tuba di Roma. Nei ritagli di tempo, infine, calcio balilla, ping pong, chiacchierate al bar e paesaggio meraviglioso di montagna e prati.

 

Per info e iscrizioni: sito web – telefono: (+39) 0121 807514

e-mail ufficio: ufficio@agapecentroecumenico.org

 

Valeria Santini

 

fonte: xxd | rivista di varia donnità

 

 

 

Contrassegnato da tag , , , ,

Transisters @ Partigiani in ogni Quartiere, Cascina Autogestita Torchiera

 

 

 

 

Ieri, dopo varie peripezie in quel di Milano, il trio composto dalla camaleontica attrice Nicole de Leo, il tecnico autista Ale Senettin e, eccezionalmente su di un palcoscenico con tanto di barba morbida, il/la regista Ila Covolan, si è recato a Cascina Torchiera, dove ha presentato il reading di Transisters nell’ambito di questa iniziativa:

 

SABATO 12 MARZO 2011

Cascina Autogestita Torchiera

* Ore 19.30
Aperitivo con buffet e presentazione della rete Partigiani in Ogni Quartiere

* Ore 21.30
Presentazione del libro L’Insolita Rumba di Biagio Autieri (a cura dell’autore stesso).

Tragicommedia metropolitana, dolorosa e insolita, L’Insolita Rumba di Biagio Autieri è la storia di quattro giovani della periferia milanese che formano una band improvvisata per passione e tirar su un po’ di soldi.

Proieizione del video Anime di strada (Guru J Production)

*TRANSISTERS (reading tratto dall’omonimo spettacolo)*

Mostra fotografica Milano Obiettiva

* Dalle 23.30
M.C.K. live
Degenere Rebel Sound + Special Guest

 

 

L’iniziativa fa parte di 3 giorni di “Partigiani in Ogni Quartiere“: due iniziative di autofinanziamento per la rete Partigiani in Ogni Quartiere e una grande iniziativa di piazza in vista del 25 aprile in Corvetto!

 

 

Ecco il programma della giornata dell’11 e del 13 marzo:

 

VENERDI 11 MARZO 2011

Zona Autonoma Milano – ZAM
Via Olgiati 12, Barona (MM2 famagosta, bus 95, tram 14)

STORIE E RACCONTI DI RESISTENZE SUI TERRITORI

* Ore 18.30
Dibatitto sulle forme di resistenze e sulle lotte nei territori con:
Comitato 3e32 (L’Aquila)
Partigiani In Ogni Quartiere (Milano)
Comitato No Expo (Milano)
Comitato Immigrati Italia (Milano)
EVA EcoVillaggio Autocostruito (Pescocostanzo, AQ)

* Ore 22
Non vengo dalla luna
Spettacolo Teatrale sulla giornata del 14 Dicembre a Roma
con Carla Vitantonio e Francesco Papaleo

* Dalle 23.30 Dj Resistence Set con DJ Cegna + Special Guests

 

 

DOMENICA 13 MARZO 2011

via Pismonte
(MM3 Corvetto)

CRONACHE DI RESISTENZA 3

Corvetto ci piace… viva, solidale antirazzista!

* Dalle 14.30 evento gratuito di piazza

Writing action con

BERETS (skl), ARIES (skl), SLUK, CRE (uok), WHILE (uok), WAKOS (uok), UIKO, GORN (mck), OZMO, NAIS, THR, BN, MDS, VB, TEC, VOLTZWRITERS, MARTE, ZYN, SPEN, GOIGER, HOGRE, FOSK, ESPO, COS

* Ore 15

Spettacolo per bambini con Lucius,

Giochi autoprodotti, truccabimbi e laboratorio di giocoleria

Mostra fotografica Milano Obiettiva

Aperitivo etnico

MC live
NERONE, RELLA, JUGGI, LAURA S.HARLEM, ISTO, MONE MC, PINGu, GRILLO, BERTOHOJAD, BART, WILLOW MCK JOSH, POLLO, SISTA IRA, FABIETTO, TESTONE CIMA, TIZON, GHOST DOG

Special guest TONY ARCA melodico napoletano

 

 

 

Se volete saperne di più sulla rete Partigiani in Ogni Quartiere, ecco il link:

Partigiani in Ogni Quartiere

 

 

Che cos’é Transisters, il reading?

Transisters nasce originariamente come spettacolo teatrale, con due attrici in scena, Nicole de Leo e Mara Pieri (Collettivo Goghi&Goghi). Transisters, il reading vede in scena Nicole de Leo e Ila Covolan (Collettivo Goghi&Goghi), autrice e regista dello spettacolo, a proporre una versione lo-fi del testo: una lettura scarna, povera e grezza che mira ad esaltare il potenziale della parola.

Cosa succede ad uno spettacolo teatrale se viene privato della regia e della scenografia?

La lettura di Transisters costituisce un esperimento di piazza: non è necessario, dopotutto, seguire l’intero filo narrativo per lasciarsi trasportare da una storia.

Così, ogni monologo, ogni dialogo rappresentano una quadro a sé stante, in grado di fornire interrogativi sul transito, sulle discriminazioni, sulla memoria, sui confini: un piccolo viaggio nel viaggio, dentro agli innumerevoli transiti che ogni soggettività sperimenta quotidianamente.

 

 

 

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,