Archivio mensile:agosto 2012

Inizia INNESTI, il nuovo progetto di G&G

Dopo mesi di lavoro nell’ombra, incontri, riflessioni, letture, progetti, utopie, tazze di the, sopralluoghi, mail, viaggi, navigazioni, coltivazioni, idee, dopo mesi di incubazione, di preparazione, di rielaborazione, finalmente ci siamo: Innesti si presenta al mondo.

Innesti è un progetto utopico, nato da un’idea piccola ed enorme. Innesti è un processo, un percorso, un salto nel vuoto e un’utopia.

Innesti vuole portare arte e cultura in quattro parchi di Trento, perlopiù sconosciuti o poco frequentati: parchi che, situati alla periferia simbolica o geografica della città, hanno delle particolarità, delle bellezze insite, degli angoli assolutamente magici da scoprire.

Innesti vuole ragionare insieme a chi vive Trento su che cosa significhi stare in una città che conta ben 33 parchi e giardini, sul significato del vivere e attraversare il verde pubblico, che diventa riflessione su come vivere lo spazio pubblico.

Innesti è una sfida alla concezione comune di parco, è un laboratorio pratico e teorico sulla possibilità di unire approcci diversi al parco e al giardino: spunti che derivano dall’architettura, dalla letteratura, dalla musica, dalla fotografia, dall’arte. Ma anche, condivisione di esperienze e buone pratiche sugli orti collettivi, sul giardino ideale e sulla gestione dei parchi da parte degli enti istituzionali.

Innesti offre eventi rigorosamente gratuiti: vogliamo infatti che tutti, senza distinzione, possano partecipare e arricchirsi con la formazione offerta dai workshop; ma soprattutto, che tutti e tutte possano portare la propria esperienza, le proprie competenze, la propria curiosità per condividere e costruire nuovi immaginari.

Innesti inizia l’8 settembre 2012, al Giardino San Marco.

Innestiamo idee nei parchi di Trento.

www.innestinnesti.wordpress.com

Facebook INNESTINNESTI

twitter INNESTINNESTI

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Goghi&Goghi tornano con due performance dal sottosuolo

Rientrati nell’afoso clima italiano, dopo disparate avventure tra deserto, saline e spleen metropolitano, Goghi&Goghi si riambientano e tornano alla luce.

Questo weekend, un doppio appuntamento in tema sottosuolo, seguendo un filone di ricerca e narrazione che il Funambolo sta indagando da qualche mese nell’ambito del progetto “Acqua, Terra, Comunità 2012”.

Sabato 25 agosto 2012, “Memorie dal sottosuolo“, performance tra video, voci e musica con Michele Comite, Stefano Detassis, Mara Pieri e il Funambolo (Marco Furgeri, Guido Laino, Tiziana Poli).

Le parole del linguaggio umano non sono sufficienti per chi s’avventura nei meandri della Terra…

La miniera è un luogo al tempo stesso reale e immaginario, da esplorare servendosi di memoria e poesia, storia e letteratura. Il racconto della miniera messo in scena da il Funambolo è un invito a discendere in un sottosuolo immaginario che ogni visitatore deve ricostruire attraverso le proprie percezioni, fra oscurità e rumore, tra video, voci e musica. La performance si tiene in due repliche, alle 21 e alle 22. La partecipazione è gratuita. Si consiglia la prenotazione a eventi@ilfunambolo.it. Per raggiungere il Parco Minerario di Calceranica seguite le indicazioni dal centro del paese. Il Parco è raggiungibile in macchina.

 

Domenica 26 agosto 2012, poi, Goghi&Goghi raddoppiano insieme al Funambolo G., durante l’iniziativa “Territori Acustici / musica sostenibile a basso impatto ambientale: nuove esplorazioni per i vasti territori del suono acustico”.

Ecco il succoso programma:

ore 18.30 _ Bob and the Apple

Band trentina nata nel 2009 e subito impegnata su molti palchi regionali. Già nel 2010 vengono selezionati per rappresentare il Trentino Alto Adige all’Italia Wave Love Festival. A partire da marzo 2011 l’intensa attività live viene affiancata dalle registrazioni del primo disco della band, chiamato “Rouge Squadron”, uscito a dicembre. In questa occasione presentano il proprio set acustico.

ore 20.30 _ Funambolo G e Goghi & Goghi, “Salute a voi, oh creatori della profondità…!”

Ancora un viaggio immaginario nel sottosuolo, compiuto in parallelo fra Italia e Cile, attraverso frammenti musicali acustici e parole. Dalle montagne al deserto, nel ventre delle miniere di metalli e carbone, fra villaggi abbandonati e i fantasmi del passato e del presente. Si scava tra frammenti musicali, di testi, di storia, mescolando linguaggi e fonti, alla ricerca di un segno comune che tenga insieme la memoria della miniera, delle sue vittime, delle lotte, da Ribolla alle stragi recenti in Cina, dai 33 minatori cileni rimasti intrappolati sotto terra per 69 giorni nel 2010 agli oltre 30 minatori sudafricani assassinati nella repressione della loro protesta pochi giorni fa.

L’ingresso è gratuito, presso la malga del Dos del Bue è possibile mangiare.

Per raggiungere la malga: mappa

 

Goghi&Goghi vi aspettano. Senza abbronzatura, e con la faccia sporca di polvere.

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

DIVISE al Festival LaBoje!

Dopo le fatiche della torrida estate, in cui Goghi&Goghi hanno lavorato nell’ombra a nuovi progetti in procinto di essere svelati, torna anche la tourneè di Divise: il 3 settembre 2012, lo spettacolo sarà ospite del Festival La Boje, a San Giacomo Po (MN).

Il festival si terrà presso l’area feste a partire da giovedì 30 agosto 2012, con concerti, laboratori, teatro e immancabili banchetti.“Divise” andrà in scena durante l’ultima giornata, lunedì 3, alle 21.30. Lo spettacolo è uno spaccato crudo, tagliente, cinico, sull’ambiguità che il concetto di lavoro ha assunto nel contemporaneo, sugli attimi in cui il concetto di lavoro si stacca da quello di autodeterminazione, da quello di reddito, e diventa un universo in cui la sicurezza è un fatto personale, e il controllo è determinante per combattere la crisi. Un solo corpo in scena, in transizione continua tra i generi e le identità; poche parole, a dipingere squarci di realtà tenera e violenta…Goghi&Goghi vi aspettano al festival LaBoje!

 

 

Contrassegnato da tag , , ,