Archivi tag: Goghi&Goghi

25/26 maggio @ ADA-Lab

 

Ecco il programma di ADA-Lab di maggio: il 25 e il 26 sono all’insegna di Goghi&Goghi!

qui tutte le info.

maggio_adalab

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Iscrizioni aperte per i workshop gratuiti di questo sabato!

INNESTI con una lacrimuccia volge al termine, ma si prepara ad offrire un quarto ed ultimo appuntamento davvero con i fiocchi.

@ giardino garbari, trento

questo sabato 06.10

Il maltempo purtroppo ha vaporizzato la giornata del 29 settembre, ma ciò non ha sconfortato Goghi&Goghi: per non lasciare conti in sospeso con i parchi ed i giardini di Trento, sabato 06 ottobre 2012, al programma già previsto andranno ad aggiungersi anche le iniziative previste per la puntata rinviata…ergo: un sacco di cose tutte riunite tra gli alberi storici del giardino Garbari!

andate a vedervi il programma sul sito di innesti: http://innestinnesti.wordpress.com

Si inizierà la giornata, con ben 2 mirabolanti workshop, pure gratuiti:

Le iscrizioni  sono aperte, per prenotarvi basta inviare una mail di adesione a innesti@goghiandgoghi.net

Ecco qui cosa ci sarà in serbo dalle 15 alle 19 – unica pecca? Se non siete dotat* del dono dell’ubiquità dovrete per forza scegliere!

 

h 15-19 >> INVITO A TAVOLA IN GIARDINO

WORKSHOP a cura di Cristina Mattiucci / Professional Dreamers

Tra ricette da giardino, spunti e riflessioni sul parco ideale, un’esperienza multisensoriale di narrazione collettiva, in cui ognuno possa trovare e raccontare il senso del vivere quotidiano nello spazio pubblico.

Il workshop invita le partecipanti ed i partecipanti a sedersi intorno ad un tavolo per esplorare le forme che assumono quei luoghi che si sono fatti e si fanno giardino, a partire dalla propria esperienza. L’invito a tavola è un pretesto per discutere di uno spazio che appartiene alla cultura ed alle colture umane e per scoprirne quei caratteri e quelle potenzialità, che possono influire sulla condizione contemporanea della fruizione dei luoghi. Attraverso un percorso sollecitato da diverse immagini che interpretano un giardino – e che ritraggono quelle tecniche quei progetti che esprimono pratiche esplicite o più spesso inconsuete di urban gardening – ciascuno/a sarà invitato a contribuire a questo racconto iconico. Alternando le discussioni con la degustazione di alcune “ricette da giardino”, si intende così realizzare una esperienza multisensoriale di narrazione collettiva, in cui ciascuno possa ritrovare ispirazioni, forme ed occasioni per vivere gli spazi del proprio quotidiano.

Scarica i dettagli del workshop.

Il workshop è completamente gratuito e aperto a tutti/e. Si consiglia la pre-iscrizione.

 

h 15-19 >> ORTI E GIARDINI CONDIVISI E RIAPPROPRIAZIONE DI SPAZI

WORKSHOP a cura di Trame Urbane, collettivo di GuerrillaGardening > Bologna

Gli orti e i giardini comunitari rispondono ad un esigenza degli abitanti di riappropriarsi degli spazi urbani, troppo spesso vissuti in modo passivo, e di diventarne protagonisti attivi. Trasformare spazi urbani in disuso o semplicemente rinventare uno spazio verde pubblico attivando nuove coltivazioni verdi, nuove relazioni e socialità. La creatività delle pratiche agricole rivoluzionano la città. La particolarità dei giardini-orti comunitari è che non sempre sono realizzati direttamente nella terra, ma spesso sono luoghi creativi dove si utilizzano materiali di risulta come contenitori per accogliere piante e semi. Con questi elementi, come ruote, cassetti, bottiglie di plastica sarà possibile costruire un aiuola all’ombra degli alberi o vicino alle panchine presenti nel parco, dando risalto a questi luoghi d’incontro.

Scarica i dettagli del workshop.

Il workshop è completamente gratuito e aperto a tutti/e. Si consiglia la pre-iscrizione.

 

Innestiamo orti condivisi ed utopie!

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , ,

T o t a l t e e

ven 21 settembre 

<< T o t a l t e e >>  

a performance 

by Goghi&Goghi

la nuova performance di Goghi&Goghi per chi ai party preferisce la compagnia del paralume e della pianta grassa

ore 22.30 Centro Teatro, Trento

nell’ambito di “Storie di Vino” – The Happy Ending

 

artwork by Goghi&Graphic

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

rifiuti urbani pericolosi

sab 15 settembre >> considerazioni sulla classificazione dei rifiuti urbani pericolosi

ore 17-19 Piazza Dante, Trento

Performance

 

Pericolose ombre si aggirano per le piazze e i parchi. Pericolosi soggetti. Rifiuti urbani pericolosi.

Una performance audio e una performance di testo.

Goghi&Goghi a mixare frammenti che raccontano di margini, a tessere dal vivo tappeti sonori di suggestioni urbane.

 

In occasione di “In viaggio – E prendemmo la via con men sospetto”, festa di animazione e riappropriazione della Piazza più calda della città, attraverso musica, performance, contest e arte.

Organizzato da Con.so.li.da con la direzione artistica del Funambolo.

 

 

pic_(CC) Tore Urnes

installation by  HA Schult

Contrassegnato da tag , , , , ,

innesti #1

sab 08 settembre >> innesti

Giardino San Marco, Trento

L’8 settembre inizia “Innesti”, il nuovo progetto di Goghi&Goghi.

Quattro eventi artistici, quattro workshop, quattro parchi di Trento, per portare una riflessione sul parco contemporaneo e innestare nuove idee nei parchi della città.

 

Il programma dell’evento di apertura:

h 15-19 >> L’ARTE DI STARE IN PANCHINA a cura di Federica Moretti

Costruisci la tua panchina sostenibile e riappropriati dell’arte di stare in panchina!

workshop gratuito, consigliata la pre-iscrizione a innesti@goghiandgoghi.net

h 20.30 >> PAOLO SPACCAMONTI in concerto

Chitarrista contemporaneo, compositore e sperimentatore, Paolo Spaccamonti suona musica senza parole, costruendo piramidi cristalline di voci e silenzi.

JARDIN DE MARTE >> videoinstallazione a cura di Goghi&Goghi

IL GIARDINO DEI SENTIERI (LETTERARI) CHE SI BIFORCANO >> installazione a cura del Funambolo

Nel gioco di specchi tra letteratura e giardino, il giardino si fa letteratura, e la letteratura, a sua volta, arcano giardino incantato.

 

innestiamo idee nei parchi e nei giardini di Trento!

Seguici su: www.innestinnesti.wordpress.com

FB: innestinnesti

Twitter: innestinnesti

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,

PRESENTE REMOTO: UNA FUTURA ARCHEOLOGIA DELL’OGGI – 28/01

sabato 28 gennaio

@ S.A.S.S. – Trento

ore 18 e 18.30

evento di chiusura

PRESENTE REMOTO:

UNA FUTURA ARCHEOLOGIA DELL’OGGI

a cura di il Funambolo

 

Cosa accadrebbe se in un futuro imprecisato senza memoria del nostro tempo un gruppo di archeologi si imbattesse nei resti della nostra civiltà? L’evento di sabato vede arricchirsi il percorso della mostra archeologica, fra le teche di reperti, i pannelli esplicativi, i bozzetti, le animazioni e le immagini degli scavi, con la presenza di voci e racconti che rendono vivo, e immediatamente comprensibile, questo ipotetico 2015.

 

Il progetto è di il Funambolo, con la cura di Marco Furgeri, Guido Laino e Tiziana Poli.

L’evento di sabato 28 gennaio si terrà in due turni (alle 18 e alle 18.30) e si avvale della collaborazione del collettivo Goghi&Goghi.

È consigliata la prenotazione via mail a info@ilfunambolo.it oppure chiamando il 349.7256556. L’ingresso è libero.

fino al 29.01.2012

Spazio Archeologico Sottorraneo del Sass

piazza Cesare Battisti – Trento

ORARIO: 9.00 – 13.00 | 14.00 – 17.30

http://www.ilfunambolo.it/Archeologia_home.htm

 

on-line sul sito del Funambolo è possibile trovare un video sull’opera realizzato da Tiziana Poli, l’approfondimento nel settimanale di Rai 3 regionale e l’intervista su Radio 2.

fonte: il funambolo

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

Workshop Drag! Drag Yourself!

DRAG YOURSELF!

workshop di performance drag king

condotto da Goghi&Goghi


TRENTO – 03/04 dicembre 2011 @ Centro Teatro

Goghi e Goghi terranno il primo workshop di performance drag king a Trento.

Il workshop, articolato sulle due giornate del 03 e del 04 dicembre 2011, è organizzato in collaborazione con il Centro Teatro di Trento.

Drag yourself!” vuole essere un percorso di esplorazione attraverso i generi, aperto a tutte le ragazze e le donne che hanno voglia di sperimentare, giocare, scoprire le infinite possibilità di scambio, intersezione, liminalità e transizioni di genere.

Attraverso il workshop ci sarà la possibilità di sperimentarsi nella creazione di una breve performance aperta al pubblico, che verrà messa in scena al termine delle due giornate di laboratorio. Un viaggio di sperimentazione dentro e fuori personaggi e caratteri, attraverso la decostruzione e la ricostruzione dei propri immaginari, la realizzazione di giochi teatrali e la messinscena di una performance finale.

 

Orari workshop:
sabato 03 – dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 20
domenica 04 – dalle 10 alle 16 con performance alle 17

costo 90 euro
materiali e spuntini compresi

Affrettatevi: le iscrizioni scadono il 26 novembre!
info: Centro Teatro

per iscriversi e per informazioni sul workshop:
centroteatro.tn@gmail.com
oppure
Tel. 0461 934 888
(lun e giov 15-19, mar e mer 9-15, ven 14-18)
Cell. 346 624 8901

per qualunque altro tipo di dubbio, domanda, perplessità, richiesta, curiosità, contattate Goghi&Goghi:

(per chi viene da lontano: se ci avvertite per tempo, riusciamo a trovarvi una sistemazione!)

Cel. 347.71.41.998

goghiandgoghi@gmail.com

Contrassegnato da tag , , , , ,

Magnificat al Padova Pride Village!

Vi aspettiamo felici e sudat*, stasera martedì 12 luglio 2011 al Padova Pride Village, all’interno del Polo Fieristico di Padova, in via Carlo Goldoni, ingresso “E”, con Magnificat, alle ore 21.00.

 

 

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Adios, Wallenda!

le premesse.

Le premesse sono apparentemente tre: lo spazio, le persone che lo attraversano, i contenuti. Apparentemente, appunto. Di fatto, le premesse sono infinite. Le premesse sono un luogo che ci ha custodito per anni in questa Trento desolata, una Trento notturna che offre strade quiete e deserte, sollievo per gli insonni. Le premesse sono le relazioni, la fitta ragnatela di incontri, di chiacchiere, di progetti realizzati e mai realizzati, di azzardi sognati per una notte e dimenticati, di deliri di magnificenza, poiché a volte ci si può permettere tutto nei sotterranei, tra gli sbalzi termici e le muffe. E le premesse sono anche le parole, le immagini, i suoni, le distorsioni video, audio, cerebrali. Zone d’ombra colmate da persone, amici, parole, dialoghi impossibili che si realizzano, abbracci, bevute, risate sperdute e ritrovate.

Le premesse dicono tutto. Il Wallenda ci saluta.

Lasciamo tracce di passi come su un bagnasciuga” (Covolan, 2009)

E noi salutiamo il Wallenda.

A modo nostro.

Con altri amici incontrati per caso ma non a caso.

Sarà un mese di nodi in gola, un mese per dirgli arrivederci in attesa di poterlo riaccogliere con un bentornato. Altrove, per altre strade, per altre casualità.

stasera, 2 giugno 2011, ore 21.45 @ Circo(lo) Wallenda, via San Martino 45

GOGHI&GOGHI
PASCAL ON THE MOON
NICOLA SORDO

Cosa succederà è impossibile da prevedere: comicità e teatro, performance e video, arte contemporanea e spettacolo circense. Passando attraverso le esibizioni singole, sovrapposte, confuse, improvvisate di un comico e due collettivi artistici, le contraddizioni del circo(lo) Wallenda prendono corpo tutte in una sera, grazie ad alcuni dei più fedeli collaboratori del Funambolo.

fonte_il funambolo

adios, Wallenda.

Molti di voi, nel corso degli anni, ci hanno chiesto cosa significasse Wallenda. Noi abbiamo sempre raccontato di Karl Wallenda, un tedesco che emigra negli Stati Uniti e qui avvia una delle più grandi dinastie della storia del funambolismo: i primi, abbiamo sempre detto, ad aver composto una piramide a tre piani con sette funamboli sulla stessa corda.
Quello che molti di voi ignorano, però, è che fine abbia fatto Karl Wallenda: il 22 marzo 1978, all’età di settantatre anni, tenta a Portorico una traversata di 250 metri, ad oltre trenta di altezza; dopo pochi passi una raffica di vento lo squilibra, lo si vede oscillare penosamente, accasciarsi, cercare di afferrare la corda ma, con il corpo reso ormai goffo dal tempo, cedere dopo una breve, penosa, lotta e precipitare giù (VEDI). Questo è il racconto della morte di Karl Wallenda.
Un funambolo deve avere il coraggio di salire sulla corda e la saggezza di capire quando scendere.
Il circo(lo) Wallenda concluderà il suo cammino al termine della stagione, a fine giugno. Fino ad allora, speriamo insieme a tutti voi, continuerà a esibirsi senza gettare mai uno sguardo alla fine della corda, in divertita e incosciente attesa della propria destinazione.

fonte_il funambolo

A stasera. Nessuna anteprima.

Contrassegnato da tag , , , , , ,
Annunci