Archivi categoria: reading

Un messaggio nella bottiglia

giovedì 8 dicembre

ore 19

@ la Bookique, Parco della Predara – Trento

 

Un messaggio nella bottiglia per un domani immemore

(scrittori di oggi, parlate al domani!)

Image Credits: NASA, Hubble Space Telescope.

 

Il Funambolo riporta in vita la cantina letteraria e, per una sera, la trasloca alla Bookique. Ecco cosa succederà. Ci saranno anche Goghi&Goghi, con una performance-messaggio per i loro “Cari beneamati posteri“.

<><><><><>

Cosa raccontare, del nostro mondo, a ipotetici archeologi del futuro?

Sulla scia delle cantine e delle terrazze letterarie del passato, e in collegamento con “Presente Remoto” (l’opera del Funambolo in mostra al SASS fino al 29 gennaio), si fa appello a scrittori, poeti e cronisti di ogni specie perché raccontino al nostro futuro più lontano (qualora dovesse perdere memoria del nostro tempo) come ci siamo ridotti e cosa siamo diventati.

La partecipazione è aperta a tutti, le letture verranno registrate su una musicassetta che verrà lanciata nello spazio o sarà sotterrata a centinaia di metri di profondità. Fateci fare bella figura…

(fonte: il funambolo)

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

TORINO!

venerdì 28 ottobre 2011

MAGNIFICAT

@ Cascina Roccafranca, via Rubino, 45, Torino

 presentato dal circolo Maurice e da Laboratorio Sguardi Sui Generis

sabato 29 ottobre 2011

EDIFICI, reading

@ FEMINIST BLOG CAMP, Torino

 

 

Questo fine settimana potrete trovare Goghi&Goghi nella ridente città di Torino, che loro apprezzano per svariati motivi tra i quali le prelibatezze culinarie.

Bevetevi dei caffé bollenti in loro compagnia, gustatevi un Magnificat a Cascina Roccafranca, o fate un salto al Feminist Blog Camp, dove presenteranno un reading composto per l’occasione dall’emblematico titolo: Edifici.

Non anticipiamo nulla e speriamo di vedervi lì!

Ecco qualche link:

laboratorio sguardi sui generis

circolo maurice

feminist blog camp

 

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Barattolo Pride III

Goghi&Goghi non si dividono: si sdoppiano.

Per chi sarà a Trento, ricordiamo “Il fiume che non c’è” , sul quale potete trovare maggiori informazioni nel post precedente; per chi invece sarà dalle parti di Bologna, abbiamo altrettante grandi notizie.

Barattolo Pride torna sabato 7 Maggio a partire dalle ore 19 presso lo Scalo San Donato per una 12 ore di spettacoli, musica e informazione accompagnati da prelibatezze culinarie. Ancora una volta obiettivo principale è il finanziamento per la partecipazione al Roma Europride 2011 dei collettivi artistici e politici femministi, lesbici, gay, trans e queer di Bologna che hanno aderito al progetto.

Il progetto Barattolo Pride nasce dall’esigenza comune di singole/i e di gruppi che da anni si muovono sul territorio bolognese: ‘Siamo Donne,Lesbiche, Gay, Trans, Queer, Intersex, Femministe che fanno dell’antifascismo, antirazzismo e antisessismo il punto di partenza di analisi e militanza quotidiana. Pensiamo che la costruzione di relazioni tra soggetti sia uno degli strumenti fondamentali per opporsi ad un sistema che fa della discriminazione l’arma più affilata!’

In collaborazione con

Betty&Books

Comunicattive

Facciamo breccia

Frangette estreme

Fuoricampo Lesbian Group

Laboratorio Smaschieramenti

Le Frau

Let’s Queer

Made in Woman

Mit

Mujeres Libres Bologna

SexyShock

To/Let

Programma:

h.19

presentazione progetto Barattolo pride

con interventi di

Graziella Bertozzo
Luki Massa
Porpora Marcasciano
Renato Busarello
Venere

h.20

(open kitchen)

TRANSISTERS

Reading scritto e diretto da Ila Covolan tratto dallo spettacolo omonimo

con Nicole de Leo e Ila Covolan

Transisters nasce originariamente come spettacolo teatrale, con due attrici in scena, Nicole de Leo e Mara Pieri (Collettivo Goghi&Goghi). Transisters, il reading vede in scena Nicole de Leo e Ila Covolan (Collettivo Goghi&Goghi), autrice e regista dello spettacolo, a proporre una versione lo-fi del testo: una lettura scarna, povera e grezza che mira ad esaltare il potenziale della parola.

Cosa succede ad uno spettacolo teatrale se viene privato della regia e della scenografia?

La lettura di Transisters costituisce un esperimento di piazza: non è necessario, dopotutto, seguire l’intero filo narrativo per lasciarsi trasportare da una storia.

Così, ogni monologo, ogni dialogo rappresentano una quadro a sé stante, in grado di fornire interrogativi sul transito, sulle discriminazioni, sulla memoria, sui confini: un piccolo viaggio nel viaggio, dentro agli innumerevoli transiti che ogni soggettività sperimenta quotidianamente.

h.21

DUC (frangette estreme)

live arpa elettrica

h.22

LA MADONNA PIANGE GLITTER

III sfilata della madonna

a cura di Let’s Queer

In occasione del mese mariano, Let’s Queer ripropone la “SFILATA DELLA MADONNA”: sabato 7 maggio collettivi, associazioni, gruppi di lavoro, improbabili aggregazioni di individui e singoli soggetti desideranti, verranno chiamati a dar libero sfogo alla propria creativa vena iconoclasta in un contest che prevede l’ideazione di una propria “madonna” da far sfilare in passerella.

Il modello madonnaro dovrà rivisitare l’iconografia cattolica della vergine (!?!) partendo da tematiche di genere, spunti queer, estetiche trash e demenziali colpi di genio.

h.24

DJ-SET

::bunker::

AMIGDALA from ROMA

PHONOLA (Amigdala) dirty electro

PACONAZIM (Amigdala) visual distortion

::sala bar::

dj GOCCIA + dj MISFATTA

(rock-electro)

dj SOFA QUEEN

(tech-house)

dj MIGHTYMAU

(indie-electro)

vj VERTEBRA

::sala fluo::

djQ from djdiversi Milano

(elettropop, queerbit)
dj MARIX

(indierock-arab pop)

Ingresso libero fino alle 22

dalle 22:00 5 euro con tessera associativa

SERATA AUTOFINANZIAMENTO EUROPRIDE 2011

Scalo San Donato via Larga 49 autobus 14-20 fermata Svevo

fonte: http://barattolopride.wordpress.com


Contrassegnato da tag , , , , ,

Il fiume che non c’è

Sabato 07 maggio 2011, per la terza volta, si terrà a Trento la famigerata Festa di San Martino, dal titolo “Il fiume che non c’è“.

Una moltitudine di eventi prenderanno forma negli anfratti e nei sottoscala del quartiere più suggestivo di Trento: a partire dalle 10:00 del mattino laboratori, concerti, letture, spettacoli, grigliate, giochi e molto altro animeranno le piazze, le strade, il Parco della Predara.

Il tema di quest’anno è “Fuori Porta“, a suggerire la particolare collocazione del quartiere, originariamente situato al di fuori delle mura di Trento, e le sue implicazioni simboliche, che richiamano l’appartenenza e l’estraneità, prossimità e lontananza e via dicendo.

Dopo un fitto programma di eventi che coinvolgeranno piccoli e grandi durante il mattino e il pomeriggio, alle ore 20 apriranno le Porte, sei punti dislocati nel quartiere in cui si esibiranno artist* con concerti, performance e letture.

Anche il collettivo Goghi&Goghi darà il suo contributo all’evento corale:

in tre diversi momenti della serata, infatti, Mara Pieri leggerà dei passi che richiamano il tema della soglia e della porta.

Le “Letture sulla soglia” si terranno in tre porte differenti: alle 20.00, presso la Porta di Rubino; alle 21:30, alla Porta d’Argento; alle 22:30 alla Porta di Lapislazzuli.

Il programma è fitto e colmo di sorprese: vi invitiamo a spulciarlo, a perdervi tra le porte di San Martino, a portare i vostri piedi sulla soglia e lasciarvi cogliere dalla grandezza dello stare tra il fuori e il dentro, nel punto esatto di incontro tra la prossimità e la lontananza.

Contrassegnato da tag , , , , ,

La performance alquanto stramba.

Quei Calcestruzzi in tre racconti

Trentino — 21 ottobre 2010 pagina 52

sezione: CRONACA TRENTO.

Ancora un appuntamento al circolo Wallenda di Via San Martino che continua a proporre la sua programmazione di arte varia ad un pubblico affezionato e curioso. Questa sera alle 22 va in scena la performance alquanto stramba del collettivo Goghi & Goghi in Calcestruzzi, dal titolo «Letture sulla decostruzione – Calcestruzzi». E’, appunto, il titolo di un racconto performance nato da Goghi&Goghi, un racconto sulla fatica di costruire qualche cosa senza prima aver decostruito. «Calcestruzzi» per l’occasione è anche il titolo di un’atmosfera che Goghi&Goghi intendono restituire attraverso la lettura di tre racconti, nati dalla penna e regia di Ila Covolan e affidati alla voce di Mara Pieri.

“Calcestruzzi” al Circolo Wallenda, Trento

Con grande piacere vi invitiamo al Circolo Wallenda di Trento, per ascoltare l’ultimo reading prodotto da Goghi&Goghi. Il 21 ottobre 2010, presso il Circolo del quartiere di San Martino, presenteremo infatti “Calcestruzzi“, un testo nato in occasione del festival Mesiarte – L’ingegneria dell’arte ad opera di Ila Covolan.
“Calcestruzzi” è il titolo di un racconto performance, un racconto sulla fatica di costruire senza prima aver decostruito, in una breve, intensa escalation di paradossi che si rincorrono. Una sola attrice ma allo stesso tempo due voci, due volti, due utopie.
“Calcestruzzi” è, per l’occasione, anche il titolo di un’atmosfera che Goghi&Goghi intendono restituire attraverso la lettura di tre racconti, nati dalla penna e regia di Ila Covolan e affidati alla voce di Mara Pieri: tre sguardi sulla costruzione e sulla mancata decostruzione, tre storie sulla tentata ricostruzione e sull’inevitabile distruzione, tre viaggi tra mondi di cartone, navi che affondano, vite appese ad un cornicione.

“Calcestruzzi” è un piccolo salto dentro le molteplicità del significato del costruire e smantellare nella propria vita: è anche il primo degli appuntamenti dell’autunno di Goghi&Goghi, che si preannuncia ricco di novità e di eventi.

Vi aspettiamo giovedì 21 ottobre 2010, a partire dalle 21:30, nella nostra tana preferita, il Circo(lo) Wallenda di Via San Martino 45, a Trento, con “Calcestruzzi”.

Contrassegnato da tag , , , ,